I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie.

Le Leve

Archimede ne parla nella sua opera intitolata “Sull’equilibrio dei piani ovvero sui centri di gravità dei piani”.le leve

Dai suoi scritti possiamo dedurre che la leva è una macchina semplice che trasforma il movimento.
Essa è composta da un’asta incernierata in un punto, chiamato fulcro, intorno al quale è libera di ruotare.

L’asta può avere delle sollecitazioni di forze che chiameremo potenza e resistenza; distingueremo pure un braccio della potenza (che è la distanza dal fulcro al punto dove è applicata la potenza) ed un braccio della resistenza (che è la distanza dal fulcro al punto di applicazione della resistenza).

Le leve vanno distinte in leve di 1° genere, con fulcro fra potenza e resistenza; leve di 2° genere, con resistenza fra fulcro e potenza; leve di 3° genere, quando la potenza sta fra fulcro e resistenza. Le leve vengono classificate, rispetto al vantaggio meccanico, in: vantaggiose, svantaggiose, indifferenti.

La leva di primo genere può presentare le tre condizioni sopradette, la leva di secondo genere è sempre vantaggiosa, la leva di terzo genere è sempre svantaggiosa.

Al Tecnoparco Archimede di Siracusa possiamo osservare dei modellini di oggetti utilizzanti i tre generi di leva di scolastica memoria come pure delle bilance e delle stadere.

Copyright © 2017. All right all reserved. Tecnoparco Archimede Siracusa. realizzazione siti web a siracusa